Polizza Malattia - Rimborso spese mediche
Generali Italia n. 360145970

Come chiedere il rimborso delle spese mediche   VAI>>                                                                                                                      

 

Stampa la nota informativa


Aggiornamento 02/2020

INFORMAZIONI GENERALI

Chi si può assicurare: tutti gli operatori italiani e stranieri contrattualmente impiegati. Se previsto dal contratto possono essere assicurati anche i relativi familiari a carico e al seguito. 

Attenzione: per gli operatori stranieri si richiede all’organismo che ha sottoscritto la polizza di fare da tramite con Siscos per le richieste di rimborso spese mediche, in quanto i rimborsi vengono effettuati dall’assicuratore esclusivamente su conto corrente bancario italiano, intestato all’assicurato o a terzi da lui indicati.

Chi non si può assicurare: le persone affette da alcolismo o tossicomanie, e l’assicurazione cessa dopo il loro manifestarsi; per le persone affette da sopravvenuta infermità mentale, l’assicurazione copre solo la prima manifestazione della malattia.

Limiti di età degli assicurati: per le persone che hanno compiuto 75 anni è richiesto un certificato medico di buona salute da allegare alla scheda di iscrizione online, sono comunque escluse dalla copertura le malattie croniche.

Limitazioni: questa polizza è utilizzabile solo unitamente alla polizza Infortuni Generali Italia n.764063712; inoltre l’assicurazione non può essere utilizzata in Italia.

Cosa si assicura:
Il rimborso, fino alla concorrenza dei massimali per anno previsti, delle spese mediche sostenute per malattia o infortunio.
Neonati: nel massimale per ricovero è compreso il trattamento terapeutico, da qualsiasi causa determinato, praticato in regime di ricovero ai neonati nei primi 30 giorni di vita, sempreché la madre sia assicurata al momento del parto. È comunque consigliabile assicurare i neonati dal momento della nascita.

Dove valgono le garanzie: la polizza vale come copertura assicurativa temporanea nel paese estero di servizio ed in eventuali altri paesi nei quali l’operatore si rechi per lavoro / ferie, compreso il paese di residenza / provenienza, con esclusione dell’Italia.

E’ prevista una estensione di garanzia al paese di residenza / provenienza dell’operatore:

° al termine del servizio, per una durata pari a quella della missione e comunque per un periodo minimo di 30 giorni e massimo di 90 a decorrere dalla data del termine della stessa, sempreché le spese mediche siano rese necessarie da malattie contratte e/o infortuni occorsi in servizio. Per dette prestazioni il massimale è di 2.500,00 con sottolimite di 500,00 complessivi per spese farmaceutiche e dentarie.

Importante: l’estensione di garanzia nel paese di provenienza non vale per prestazioni di controllo e di routine. Vale esclusivamente per patologie gravi contratte in servizio. Per l'attivazione della garanzia è necessaria adeguata documentazione medica.

Cosa non si assicura:

  • il rimborso delle spese per controlli, vaccinazioni, profilassi e medicina preventiva in genere;

  • il rimborso delle spese per l'acquisto di occhiali e lenti a contatto;

  • le intossicazioni conseguenti ad abuso di alcolici o psicofarmaci o ad uso di stupefacenti o di allucinogeni;

  • le applicazioni di carattere estetico;

  • le spese di natura alberghiera.

GARANZIE per persona / anno

Ricovero €70.000,00
Spese viaggio / trasporto € 30.000,00
Spese mediche di cura € 2.500,00 Controlli in gravidanza € 2.500,00
Spese farmaceutiche € 1.000,00 Spese dentarie € 1.000,00
Spese per parto in casa € 1.000,00 Spese dopo il rientro nel paese di provenienza € 2.500,00

PROCEDURE PER IL RIMBORSO

La Siscos, in collaborazione con l’ente assicuratore, fornisce assistenza operativa per l’inoltro e la trattazione delle richieste di rimborso.

Termini per l'inoltro della domanda di rimborso: la richiesta deve pervenire all’ente assicuratore nel più breve tempo possibile e comunque non oltre 6 mesi dall’evento e pertanto va inoltrata a SISCOS in tempo utile. Per eventi di lunga durata è necessario inviare una prima denuncia di sinistro. La stessa procedura può essere utilizzata nel caso in cui non sia possibile inivare in tempi brevi o comunque entro i termini la documentazione completa.

Eventi di lunga durata: in caso di gravidanza o di situazioni patologiche che si protraggano a lungo inviare una prima denuncia di sinistro [modulo ], via e-mail, possibilmente corredata di certificato medico, per l'apertura del sinistro. La successiva documentazione può essere inviata al termine delle cure, a guarigione clinica avvenuta.

Per la domanda di rimborso spese è sufficiente inviare tramite e-mail all'indirizzo assistenza.assicurati@siscos.org tutta la documentazione. 

La scansione deve comprendere l’apposito Modulo di delega "Domanda di rimborso per prestazioni sanitarie" debitamente compilato e corredato di ricevute di spesa, intestate all’assicurato, datate e quietanzate, e la seguente documentazione giustificativa, obbligatoria per la liquidazione dei rimborsi:

  • Certificato medico di diagnosi; senza questo certificato, che deve attestare la patologia contratta, sospetta o accertata, la pratica assicurativa non può avere seguito.
  • Prescrizioni mediche per esami di laboratorio, accertamenti, terapie, etc.
  • Prescrizioni mediche per i medicinali e ricevute chiaramente riferibili alla tipologia e alla quantità dei farmaci acquistati (nel caso in cui gli scontrini / ricevute non riportino i nomi dei medicinali, far timbrare le prescrizioni dalla farmacia, per attestare la corrispondenza con i documenti di spesa).
  • Cartella clinica per i ricoveri.
  • Per le cure dentarie, certificato medico–dentistico attestante la patologia, diagramma dentistico con descrizione dettagliata delle cure e indicazione dei costi delle singole prestazioni effettuate.

Vi chiediamo solamente di rispettare le seguenti indicazioni per un corretto invio dei documenti:

  • tutti i documenti devono essere contenuti in un unico file PDF con pagine numerate;
  • i documenti non devono essere sovrapposti e devono essere chiari e leggibili;
  • i documenti devono essere scansionati e salvati in formato PDF, non verranno accettate fotografie;
  • si raccomanda in particolare di firmare e datare la pagina relativa alla privacy;

E' sempre necessario:

  • Tradurre in italiano certificati medici, cartelle cliniche, ecc. (almeno la parte di identificazione della patologia). Salvo specifiche richieste da parte dell'assicuratore, la traduzione può essere a cura dell'assicurato stesso.
  • Segnalare la parità delle monete locali con l’Euro.

Se si inviano contestualmente più richieste di rimborso, è opportuno contrassegnarle con un numero / sigla a scelta, per facilitarne la lavorazione.

Infortunio: in caso di ricorso a prestazioni sanitarie per infortunio, allegare alla domanda di rimborso spese una dichiarazione che precisi data, luogo, cause e modalità dello stesso. 

Spese di viaggioper il rimborso delle spese di rientro nel paese di provenienza o di trasferimento in paese limitrofo è necessaria documentazione (certificati medici, cartelle cliniche, esiti di esami diagnostici, ecc...) che attesti la gravità della patologia e la necessità di cure ed accertamenti urgenti non praticabili in loco per mancanza di strutture sanitarie adeguate. Detta certificazione deve essere autenticata dalla Rappresentanza Diplomatica in loco. Successivamente è necessaria la documentazione di cure e accertamenti effettuati dopo il rientro.
Ai fini del rimborso delle spese di viaggio, devono essere presentate le ricevute di acquisto dei biglietti e le carte di imbarco.

Al ricevimento della denuncia di sinistro / domanda di rimborso spese, la Siscos risponde alla mail e conferma la ricezione della pratica.

La Siscos verifica la corrispondenza della documentazione giustificativa e dei massimali di spesa con quanto stabilito dalle condizioni di polizza. Se necessario, richiede eventuale documentazione aggiuntiva. Inoltre, si riserva di detrarre dalle domande le spese non rimborsabili e di accettare per conto degli assicurati rimborsi parziali rispetto a quanto richiesto, in virtù delle condizioni di polizza.

Il rimborso viene effettuato direttamente dall’Assicuratore esclusivamente su conto corrente bancario italiano.

Importante: il diritto all’indennizzo si prescrive in due anni dal giorno in cui si è verificato il sinistro. Pertanto qualora la definizione della pratica non avvenga entro due anni dalla data del sinistro, è necessario far pervenire comunicazione scritta di interruzione dei termini di prescrizione. Si avranno a disposizione altri due anni per addivenire ad una definizione e così via.

Importante: la presente nota informativa ha scopo semplificativo, a livello contrattuale fa fede il testo di polizza.